FAMOLO STRANO!!!

E così faccio contento il Dr. Daboliu dandogli finalmente (per lui!) la possibilità di dirmi ancora una volta quello che pensa di me. In realtà non dice mai niente di preciso (anche se lo lascia intendere benissimo!), ma a lui piace così tanto dire: "Avevo un'opinione di te, e ora non è cambiata!" che mi dispiacerebbe deluderlo!
Comunque, mi faccio coraggio e posto anche io il mio "Famolo strano" che Daboliu crede ancora si possa definire "erotico". Bah.

Ecco la mia classifica:

5) In macchina. Beh, penso che ancora un paio di anni e farlo in macchina non sarà più considerato "il posto più strano", soprattutto in Sicilia dove vado io che, sulla strada principale che costeggia il mare e porta a Mazzara Del Vallo, vedi posizionate ad egual distanza l'una dall'altra macchine di ogni genere e tipo che sicuramente non sono lì di certo per contare le stelle cadenti. Ancora un paio d'anni e la macchina sarà il secondo posto più normale, dopo il letto, dove ci si fa del sano sesso. Eheh.
Io personalmente penso che non sia tanto il posto in sè che è strano, ma più che altro le "posizioni" alle quali ti devi adattare che sono davvero strane!!!!!!!!!! 😛

4) Al parco. Precisamente sopra una collinetta, che tanto alta non lo era a pensarci bene. Del tipo che se ci fossimo sporse un attimo avremmo avuto la fantastica visuale di bambini in bicicletta, bambini sui pattini, bambini che dicevano parolacce (Non ci sono più i bimbi di una volta!), bambini mano nella mano con i loro nonni. Insomma, pericoloso, molto pericoloso.
Ma noi, impassibili, non ci siamo fatte assolutamente influenzare da questo piccolo, insignificante, pericoloso problema .. 😛

3) In un bagno pubblico. Quello della biblioteca, per essere precisa. Ero andata a trovarla in biblioteca dove stava studiando con la sua amica. Sinceramente non so nemmeno come sia successo. So solo che una volta lì, saremo state dentro almeno una mezz'oretta abbondante e, quando siamo ritornate al tavolo, la sua amica aveva una faccia più imbarazzata della nostra. Ahahahah.

2) In un locale pubblico. No, stavolta non dentro al bagno. Ma sedute "comodamente" ad un tavolo. E tra un sorso di Ace e di Coca, succedevamo cose che voi umani, e la proprietaria del locale (FORTUNATAMENTE), non potete nemmeno immaginare.
Mio dio, non so se lo rifarei comunque.

.. Walter, chiudi quella bocca. Stai sbavando …

1) Al cimitero. Cioè non proprio dentro al cimitero. E decisamente non durante l'apertura. Cioè, in pratica eravamo davanti all'ingresso del cimitero, di sera, e in macchina ovviamente. All'inizio era un posto che mi creava un certa inquetudine, avevo paura insomma. Nella mia testa, le prime volte che andavamo lì, mi risuonava "Thriller" in un modo ossessionante. Probabilmente i defunti si mangiavano i popcorn mentre assistevano allo spettacolo poco casto e puro. Poi, va beh, ci si perde via in altre "faccende" e dopo un pò ci si fa l'abitudine e diventa quasi il posto preferito. Almeno fino a quando …
… Esattamente fino a quando, nel momento clou, l'oscurità che fino a un secondo prima ci circondava, diventa una luce bianca fastidiosa sempre più forte. Mi alzo per vedere che succede e …….
… CA(R)RAMBA CHE SORPRESA!!!! I Carambaaaa.
Porca puttana!!! Quasi quasi, avrei preferito essere attaccata dagli zombie ..
Beh, inutile dire che da quella sera i defunti del cimitero "Thriller" si chiedono ancora: "Ma dove cazzo son finiti quei due che trombavamo come degli assatanati???"

FAMOLO STRANO!!!ultima modifica: 2006-04-11T14:30:27+02:00da mypassion83@v
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “FAMOLO STRANO!!!

  1. adesso che leggo il post riesco a capire cosa intendevi con “Per come sono io, in una macchina del genere, in un’ora e mezza di traffico troverei veramente un sacco di cose da fare lì dentro”! 🙂 ed effettivamente, pur essendo in tre, ci si stava talmente larghi che avremmo pure potuto fare il trenino dell’amore! un bacio Y.

  2. eccomi…ti scrivo.. nella speranza che questo messaggio dilaghi a macchia d’olio.. vorrei che a giugno ci fosse un bel raduno da me.. (fai un copia e incolla e fallo girare in tutti blog che conosci..). vorrei fare una gran festa.. musica tribale.. fuochi.. candele.. tende ovunque nel mio campo.. profumo di brace.. balli.. sorrisi.. la mia terra è accogliente e restituisce energia perduta. non ci credete? ai piedi del monte ciccillanu.. a 5 km dal mare. ci ho dormito sulla mia terra.. prima con il sacco a pelo.. sola.. poi con una roulotte.. 2 anni.. poi sono diventata sempre più forte, i miei progetti hanno preso corpo.. lentamente ma un passo dopo l’altro.. ora ho una casa.. piccola..ma una casa vera.. con il patio, l’acqua corrente.. la luce.. il riscaldamento.. il frigorifero.. ora passano gli amici.. e gli amici degli amici e i parenti degli amici degli amici.. chi si ferma.. chi va e poi ritorna.. aspetto.. e ogni giorno è festa con un nuovo arrivo. non ci sono teatri ne animazione.. ma ci divertiamo un sacco.. si suda anche e spesso. i lavori coinvolgono sempre tutti.. ma l’unione fa la forza e ogni giorno sogno una tenda in più intorno alla mia casa.. poi la luce finisce… i pannelli solari se siamo in molti non reggono.. e tutto si riillumina con le candele.. tutti si danno una mano.. e nulla è un problema. come sarebbe bello se tuttto il mondo fosse così. nel mio mondo..è come essere sempre a casa.. il mio mondo è anche un pò tuo. si, giugno potrebbe essere un bel mese.. volete anche una settimana precisa?.. facciamo la seconda.. ma nulla di preciso. ditemi voi.. ma venite in tanti.. un pò di provviste.. sacco a pelo e tenda. è quel che serve. io sono felice. monica P.S. -pensavo anche…e se in quella settimana decidessimo di portare al campo un mercatino..dove tutti possano mettere in mostra le proprie opere..un mercato bizzarro dove si può vendere scambiare o anche solo arricchirsi guardando e aprendo le menti. che ne dici?

Lascia un commento